My funny valentine.

Stasera le emozioni arrivanno per caso, per unocchiata imprevista fuori dalla finestra a scoprire un cielo di colore assurdo, per un dj che alla radio decide di passare "My funny valentine" suonata da Chet Baker, che riempie la mia stanza di morbidezza, una morbidezza che si annusa quasi come il fumo di qualche club dove Chet avrà di sicuro suonato. E così lieve, e delicata, è musica grigio scuro è musica che esce dalle casse in punta di piedi, e nonostante questa delicatezza, ti tocca nel profondo, ti sconvolge. Ed è già finita, lasciandomi sola a pensare.


Il dj è impazzito… Billie Holliday sta cantando. Impazzirò di sicuro anche io come il dj. <!– –>

Annunci

5 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. ilmarenascosto
    Mar 29, 2007 @ 21:18:00

    Questa è la mia My funny valentine…http://www.webbynet.it/?page_id=62Niente a che vedere con Billie…però sempre cantata con il cuore!Samanta

    Rispondi

  2. thecappuccinokid
    Mar 30, 2007 @ 13:01:00

    Hai colto perfettamente ciò che accade quando si ascolta Chet Baker… si finisce inevitabilmente per ritrovarsi in un club avvolti dal fumo e dalle note che avanzano dolcemente. Hai presente l’assolo di tromba in “Fair Weather”? (o.s.t. Round Midnight) Beh, l’immagine che ha prodotto la mia mente al primo ascolto è stata il volto di Grace Kelly che si avvicinava a James Stewart ne “La finestra sul cortile” (RW ne sarà entusiasta!). E di Billie Holliday non smetterei mai di ascoltare “I’m a fool to want you” (anche Chet in questo standard è grande!).

    Rispondi

  3. rearwindow06
    Mar 30, 2007 @ 15:11:00

    Ho in CD la versione cantata da Sarah Vaughan. Paradiso allo stato puro!!! :)Raffinatissima la citazione di Cappuccino Kid… beh, ma da lui oramai non ci si può aspettare nulla di meno!!! ;)Concordo infine su “I’m a fool to want you” di Billie Holiday… la inserii persino in un post in cui proponevo le mie 8 canzoni preferite!!!

    Rispondi

  4. Luthienne
    Mar 30, 2007 @ 15:23:00

    Chet è uno dei pochi jazzisti che sa cosa significhi improvvisazione, My funny Valentine è un perfetto esempio di tutto questo, due versioni una migliore dell’altra..quel filino di voce e un assolo a mio parere è mozzafiato..In Almost Blue è mi pare se cantasse tutta la sua pena..Tra tutti i dischi quello che amo di più è “It could happen toyou”..”Everithing happens to me” è un manifesto del canto moderno al microfono.Trovo sublime la tromba in ”onceupon a summertime”,”stella by starlight”, poi…mmm ”Pamel’spassion”, bellissimo arrangiamento.Per non parlare della esperienza con Gerry Mulligan Quartet (Pacific Jazz), una empatia che non si può descrivere a parole, senza pianoforte si sono concentrati, non solo sui propri assoli, ma sulla parte melodica con una sintonia indescrivibile ( voglio il cofanetto!sob!).Insomma Isa bellissimo pezzo, bellissimo post, dedichi spazio a personaggi che meritano la loro attenzione.ps Billie la trovo unica in Cry me a river (amo anche la versione di Julie London) e il duetto con Armstrong in Dream a litte Dream è un pezzo storico…

    Rispondi

  5. Isa71
    Mar 30, 2007 @ 20:26:00

    @Sam: bellissima la tua Funny valentine, devi farmi sapere quando canti da qualche parte che vengo a sentirti!!@Cappuccinokid & Rearwindow06: sono molto affezionata anche a “I’m a fool to want you” di Billie. L’ho scoperta nello stesso periodo in cui ho “conosciuto” Chet Baker (e mi scuso perchè sono ben lungi dal conoscerlo come si deve) e mi tormentavo ascoltando quel pezzo pensando a qualcuno che non avrei mai potuto avere…@Luthienne: grazie 🙂 “Almost blue” è straordinaria, un sussurro doloroso…

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Lucegrafia e dintorni

Blog di Sergio Bovi Campeggi

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

haven for us

Cazzate a go-go ~ "You're an island of tranquillity in a sea of chaos."

michil costa

les Dolomites, nosta Tera nosta Vita.

zen habits

ho sognato un gatto parlante

Becoming Minimalist

Own less. Live more. Finding minimalism in a world of consumerism.

pensieri e parole

ho sognato un gatto parlante

Soffice Lavanda

ho sognato un gatto parlante

ClioMakeUp Blog / Tutto su Trucco, Bellezza e Makeup ;)

Ciao ragazze! Se vi piacciono i miei tutorial e le mie review/recensioni qui troverete tutto quello che volete sapere sul trucco ma non avete mai osato chiedere :)

Big Picture

ho sognato un gatto parlante

PSD : Photoshop Disasters 

ho sognato un gatto parlante

Mulholland Dave

ho sognato un gatto parlante

La Finestra Sul Cortile

ho sognato un gatto parlante

Il Disinformatico

ho sognato un gatto parlante

GUY FLETCHER

ho sognato un gatto parlante

deepsurfing

Pensare nel groviglio

Vanity Nerd

si nerdeggia di cose estremamente futili

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: