Al mondo non cè giustizia.

Spot pubblicitario. La scena è questa.
Parcheggio affollato di un apparente supermercato/centro commerciale. Arriva una bionda, decisamente belloccia, con in mano un sacchetto della spesa. Di carta. A noi povere donnine daspetto umano ci danno il sacchetto di plastica e ce lo fanno pure pagare. A lei no. Alla Dea Bionda danno un ecologico sacchetto di carta, così nemmeno fanno la figura delle inquinatrici (e di sicuro non glielhanno fatto pagare).
La bionda si avvia svagata verso quella che lei pensa essere la sua amica che lattende in moto. Ovviamente anche lamica è decisamente sopra la media. E ovviamente vanno a fare la spesa in moto come qualunque altra donna.

<!– <rdf:Description rdf:about="http://isina.splinder.com/post/11954374&quot; dc:identifier="http://isina.splinder.com/post/11954374&quot; dc:title="Al mondo non cè giustizia.” dc:subject=”malumore” trackback:ping=”http://wwwnew.splinder.com/trackback/11954374&#8243; /> –>

Annunci

6 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. ilmarenascosto
    Apr 27, 2007 @ 16:27:00

    Cambio di scena. Ci sono due amiche, la bionda tinta mesciata, con le zeppone sotto i piedi, pantalone a vita bassa perchè tanto adesso non si trova niente a buon mercato di diverso, magliettina attillata, rotoli e ciambelline di ciccia strabordante. In mano tre sacchi di plastica, uno semirotto da cui fa capolino una scatoletta di fagioli, gli altri pieni a dismisura; sotto l’altro braccio, la borsa di similpelle fintofirmata e una confezione da dodici di carta igienica. Arriva l’amica, con il vespino della figliola. Casco integrale con tutti gli adesivi appiccicati sopra e le scritte deficienti con l’uniposca rosa, mezzo metro di mela fuori causa i soliti pantaloni a vita bassa comprati dai cinesi, zainetto. L’amica coi sacchetti sgrana gli occhi, l’altra si giustifica dicendo che le hanno appena rimosso l’auto a causa del divieto di sosta. La culona coi i sacchetti sale dietro, ma siccome lei è senza casco e sono in due su un cinquantino vengono fermate dalla pattuglia della stradale, che ovviamente sequestra anche il cinquantino. Le due amiche sono a piedi e chiedono un passaggio alle auto che passano, ma non si ferma nessuno; qualcuno rallenta per qualche apprezzamento non proprio gradevole, ma poi tira dritto. Si ferma alla fine un’apecar condotta da un tale conosciuto per il soprannome di “Alvaro il laido”, che fa posto alla culona con le borse davanti e a quella col casco nel cassone dietro, in compagnia del cane incrocio tra alano e maremmano che produce quattordici litri di bava al minuto. Le due giungono così felici a destinazione.:))) così va meglio???Un abbraccio!!!Samy

    Rispondi

  2. CarlinaP
    Mag 01, 2007 @ 17:24:00

    Io non lo se è giusto… ma da domani comincio a mangià krekers per strada!! hai visto mai?:))))))))

    Rispondi

  3. utente anonimo
    Mag 02, 2007 @ 11:30:00

    post molto simpatico e commenti esilaranti.

    Rispondi

  4. Isa71
    Mag 02, 2007 @ 14:42:00

    @Samy: mitica, sono piegata in due dalle risate :-)))@CarlinaP: si, ci ho pensato anche io…@utente anonimo: grazie della visita.

    Rispondi

  5. sabrinamanca
    Mag 06, 2007 @ 13:00:00

    Ma lo spot è per i crackers, la moto o i tre boni?Il punto è che ci hanno preso per coglioni e ho paura che lo siamo davvero…

    Rispondi

  6. stefanovecoli
    Mag 06, 2007 @ 18:47:00

    …..grazie per le risate che mi avete fatto fare,,,,ehehehh….domani vo’ alla COOP …in bicletta voglio vedere se succede qualcosa…eheheheh……:-).

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Lucegrafia e dintorni

Blog di Sergio Bovi Campeggi

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

haven for us

Cazzate a go-go ~ "You're an island of tranquillity in a sea of chaos."

michil costa

les Dolomites, nosta Tera nosta Vita.

zen habits

ho sognato un gatto parlante

Becoming Minimalist

Own less. Live more. Finding minimalism in a world of consumerism.

pensieri e parole

ho sognato un gatto parlante

Soffice Lavanda

ho sognato un gatto parlante

ClioMakeUp Blog / Tutto su Trucco, Bellezza e Makeup ;)

Ciao ragazze! Se vi piacciono i miei tutorial e le mie review/recensioni qui troverete tutto quello che volete sapere sul trucco ma non avete mai osato chiedere :)

Big Picture

ho sognato un gatto parlante

PSD : Photoshop Disasters 

ho sognato un gatto parlante

Mulholland Dave

ho sognato un gatto parlante

La Finestra Sul Cortile

ho sognato un gatto parlante

Il Disinformatico

ho sognato un gatto parlante

GUY FLETCHER

ho sognato un gatto parlante

deepsurfing

Pensare nel groviglio

Vanity Nerd

si nerdeggia di cose estremamente futili

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: