La finestra sul cortile.

rear window(questo post è ispirato da uno scambio di messaggi con Rearwindow06grazie!)

Voi avrete presente il film "La finestra sul cortile" di Alfred Hitchcock, immagino. No? Male! Andate in videoteca e noleggiatelo! Poi, se ancora ne avrete voglia, tornate a finire di leggere il post. Capirò se non tornerete, comunque, il vecchio Alfred è di gran lunga più soddisfacente di me!
Mi trovo nella medesima condizione di James Stewart. Seduta su una sedia a rotelle, con una frattura, a cercare di passare il tempo in qualche modo. Oltretutto io non ho neanche una versione maschile di Grace Kelly a tenermi compagnia…
Ho una finestra, quella si, e dà pure su un cortile, quello di mia zia, per la precisione. E a meno che la mia cara zia non impazzisca di colpo uno di questi giorni, dubito fortemente di poter osservare scene clamorose come un uomo che si sospetta possa aver fatto a pezzi sua moglie.

<!– –>

Annunci

15 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. rearwindow06
    Giu 12, 2007 @ 21:28:00

    Beh… “Scrivimi fermoposta”, una commedia sentimentale con un giovanissimo James Stewart ha già subito un remake “attualizzante” con tanto di amore sbocciato dopo una serie di chattate a notte fonda: mi riferisco a “C’è posta per te” con Meg Ryan e Tom Hanks.Se si facesse un rifacimento anche di “La finestra sul cortile” sarebbe, secondo me, nuovamente affidato ad Hanks.E comunque due cose: continua ad osservare tua zia… non si sa mai cosa può accadere nella vita e soprattutto, mi raccomando, cerca di riprenderti quanto prima, eh? Ti vogliamo in piedi e scalciante molto presto!Un bacio, Paolo.

    Rispondi

  2. rearwindow06
    Giu 12, 2007 @ 21:31:00

    A parte che ora mi sovviene che un remake de “La finestra” c’è già stato, con il povero Christopher Reeve come protagonista. Anche se privo di del contesto “internettaro” di cui parlavi tu nel tuo bel post…

    Rispondi

  3. SimonaC
    Giu 12, 2007 @ 21:35:00

    WOW! Arrivo qui e cosa vedono, anzi ammirano i miei occhi?!L’ho rivisto non molto tempo fa… adoro Stewart e la Kelly… beh, non c’è bisogno di definizioni. Ricordo il remake con Reeve… ma raramente mi piacciono. Certi geni assoluti non vanno toccati: sono delle icone.Un abbraccio!

    Rispondi

  4. Tzugumi
    Giu 12, 2007 @ 22:21:00

    In effetti lo spunto sarebbe interessante, ma temo che rimarremmo alquanto delusi, così come succede puntualmente ad ogni remake. Quel film è basato su un insieme di dettagli sottili, dubito fortemente che la finestra sul mondo offerta dal monitor di un pc offrirebbe la stessa suspence e la stessa intensità. E comunque, avendo lo studio dove lavoro al piano ammezzato e osservando spesso ciò che accade intorno, sicuramente osservare i vari abitanti del vicinato non è come scrutare colleghi di blog e chat. Ma è un’esperienza che va comunque fatta ;)PS: Brezny è divertente, spesso e volentieri mi sorprende per come i suoi messaggi sopra le righe sappiano far centro…però ieri era troppo enigmatico…o forse avevo solo voglia di scrivere d’altro 🙂

    Rispondi

  5. thecappuccinokid
    Giu 13, 2007 @ 06:12:00

    Mi vengono in mente quattro o cinque film dedicati alla finestra sul mondo, tutti peraltro di pessima qualità. Citarli è impresa ardua: quando non mi piacciono, dimentico i titoli! Mi riesce comunque difficile immaginare un adattamento telematico de “La finestra sul cortile”… dover scegliere un novello Jimmy Stewart… forse Brosnan, ma la produzione mi imporrebbe Clooney e allora, al diavolo il film! E se ci fosse Grace Kelly, mi sarebbe davvero impossibile chattare con lei, piuttosto che incontrarla! 🙂 Per l’adattamento sceglierei comunque Michelle Pfeiffer; in seconda battuta la Beart ed in terza battuta la divina Charlize… da escludersi a priori la Johannson! Augurissimi di pronta guarigione, Isa! Ti aspettiamo prestissimo in piedi per una partita di calcetto nel cortile… continua pure a “scalciare” con i polpastrelli al momento ed a regalarci altri bellissimi post come questo! Un bacio. :-)))

    Rispondi

  6. eclissidisole
    Giu 13, 2007 @ 09:29:00

    interessante accostamento…però credo che proprio il fatto del non essere realmente se stessi dietro la finestra-internet potrebbe rendere possibile persino confessare un crimine!La vera finestra resta il mondo, gli oblò virtuali nascondono, celano e rendono tutto più facile, ma falsato. Il buon genio lo sapeva ecco perchè non avrebbe lo stesso fascino, la stessa tensione se il cortile fosse un altro ;)E la finestra di fronte? Lo so non c’entra molto però…..è un altro splendido film che apre le imposte sul l’intimità, sul segreto e sulle emozioni.Besos

    Rispondi

  7. thomaspendragon
    Giu 13, 2007 @ 09:55:00

    Attenta a non finire in un guaio come James Caan in “Misery”…Buona (rapida) convalescenza!

    Rispondi

  8. Isa71
    Giu 13, 2007 @ 14:53:00

    @rearwindow06: sai che il film con Hanks e Meg Ryan ho iniziato ad odiarlo? Non succederà mai e poi mai che dall’altra parte del monitor ci sia un Tom Hanks ricco, simpatico, romantico ecc. ecc. ecc. Beh, immagino che qualcuno possa reclamare che nemmeno io sono biondina e frizzante come Meg Ryan… ;-)Mia zia continua a fare avanti e indietro armata di scopa… devo preoccuparmi? Tornerò scalciante (bella questa!) al più presto!@SimonaC: temo i remake come la peste… quando sento parlare di “remake del Padrino” devo correre a prendere il Valium per calmarmi! a presto!@seaweeds: grazie dell’augurio! soffro anche di vertigini, l’identificazione sarebbe perfetta :-)@Tzugumi: vero, non sarebbe la stessa cosa. PS: Brezny mi dice: Guarda la foto di una persona che ti rende nervoso e grida: “Non ho paura di te, misterioso, viscido bastardo! …questo potrei anche farlo! :-)@thecappuccinokid: è preoccupante constatare che non c’è al momento un attore con le stesse caratteristiche di James Stewart… pensa invece alla Johannson con le sue labbra dischiuse che fissa un monitor con quella sua espressione un po’ così (e nemmeno viene da Genova) Esilarante!! :-))) Grazie, un bacio a te!@eclissidisole: in realtà penso che in molti casi si crei piuttosto il meccanismo contrario, e cioè che dietro la copertura e la protezione dell’anonimato di internet, molti siano in realtà più veri e sinceri di quello che sono nel mondo reale. Il che alla fine è comunque un atteggiamento falsato, visto che quasi nessuno nel mondo reale si mostra apertamente per quello che è, con i pensieri buoni e quelli cattivi, soprattutto nei primi momenti di un rapporto. Resta il fatto che il “filtro” di internet, farebbe perdere fascino alla storia della “Rear window” di Hitchcock. Bellissimo film anche “La finestra di fronte”, l’ho molto amato… Un abbraccio :-)@thomaspendragon: :-))) pensa che io sono una fan accanita di Stephen King! Per fortuna l’unica cosa che ho scritto è questo blog, e dubito che qualcuno mi terrebbe prigioniera per costringermi a continuare a scriverlo, se dovessi decidere di smettere! Piano col dentifricio, mi raccomando! 😉

    Rispondi

  9. eclissidisole
    Giu 13, 2007 @ 16:50:00

    peccato che comunque nel mondo reale non ci si possa “coprire” con filtri….;) no, ti assicuro (per esperienza personale!) che lo schermo fa passare solo quello che vogliamo che passi. Possiamo essere meno inibiti, questo sì, ma non reali nel senso che comunque c’è un intermezzo, si è nascosti, protetti. A parte ovvio le eccezioni che confermano la regola. Ma in un rapporto vero, di amicizia o amore che sia non possono esistere schermi, una persona la conosci davvero solo se ci vivi, se condividi con lei /lui la realtà di ogni giorno, fatta di risate, pianti, scontri, fatta di vita…VERA questo lo puoi fare dietro un pc?Forse, ma in maniera molto limitata e comunque il vaglio della realtà prima o poi arriva…….ci si incontra (perchè prima o dopo lo schermo non basta pi?¹…)ed ecco che tutto quello che era mistero, fascino, proibito puf…svanisce e ti ritrovi a fare i conti con la realtà, che a volte poi ,non lo nego, riserva pure gradite sorprese! :))) Cmq è interessante leggerti ,bacioni.

    Rispondi

  10. casalinprecaria
    Giu 13, 2007 @ 17:41:00

    porella! puoi sempre scrivere il sequel!

    Rispondi

  11. Isa71
    Giu 13, 2007 @ 21:38:00

    @eclissidisole: ah beh, di sicuro la realtà, col suo bagaglio di pregi e difetti la preferisco a quello che è il piccolo mondo virtuale che ognuno di noi ormai ha… Sono felice di poter affermare di aver incontrato di persona praticamente tutti i contatti che ho fatto in questi anni in giro su internet, di sapere quanto sono alti, come ridono, come si muovono… Per quella che è stata ad oggi la mia esperienza personale, però, mi è capitato anche di avere rapporti virtuali molto sinceri, e rapporti “reali” che lo sono stati molto meno. E viceversa, naturalmente.Discorso complesso, ma molto stimolante… grazie della partecipazione e del complimento. Un abbraccio! :-)@casalinprecaria: mah, perchè no? 🙂

    Rispondi

  12. thomaspendragon
    Giu 13, 2007 @ 22:22:00

    Se smettessi di postare, userei metodi più crudeli per convincerti a ricominciare… tipo sequestrarti “Communiquè”!Scherzo… auguroni!W il dentifricio!

    Rispondi

  13. eclissidisole
    Giu 14, 2007 @ 09:50:00

    allora adesso devi incontrare noi!!!!!!!!!:))) o almeno lo spacciatore.Dai organizzate!!! No infatti, non generalizzo…io una delle mie migliori amiche l’ho conosciuta x lettera. Altri tempi. Poi però ci siamo incontrate subito :)))

    Rispondi

  14. Isa71
    Giu 14, 2007 @ 19:01:00

    @thomaspendragon: NO!! Communiquè NO!! ;-)@eclissidisole: magari un giorno ci organizziamo e venite a mangiare un po’ di pesce 😉

    Rispondi

  15. giorgetto2rock
    Giu 15, 2007 @ 09:30:00

    un saluto.e…. non dire che non ti avevano avvertito di stare attenta a frequentare blog come rearwindow o seaweeds….vedi, oggi una frattura, domani…. chissà……ciao

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Lucegrafia e dintorni

Blog di Sergio Bovi Campeggi

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

haven for us

Cazzate a go-go ~ "You're an island of tranquillity in a sea of chaos."

michil costa

les Dolomites, nosta Tera nosta Vita.

zen habits

ho sognato un gatto parlante

Becoming Minimalist

Own less. Live more. Finding minimalism in a world of consumerism.

pensieri e parole

ho sognato un gatto parlante

Soffice Lavanda

ho sognato un gatto parlante

ClioMakeUp Blog / Tutto su Trucco, Bellezza e Makeup ;)

Ciao ragazze! Se vi piacciono i miei tutorial e le mie review/recensioni qui troverete tutto quello che volete sapere sul trucco ma non avete mai osato chiedere :)

Big Picture

ho sognato un gatto parlante

PSD : Photoshop Disasters 

ho sognato un gatto parlante

Mulholland Dave

ho sognato un gatto parlante

La Finestra Sul Cortile

ho sognato un gatto parlante

Il Disinformatico

ho sognato un gatto parlante

GUY FLETCHER

ho sognato un gatto parlante

deepsurfing

Pensare nel groviglio

Vanity Nerd

si nerdeggia di cose estremamente futili

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: