Io sono il vento.

mm
Il vento taglia, è non è un modo di dire, una metafora.
Ieri quando correva impazzito tra i vicoli e le strette viuzze del borgo medievale di Massa Marittima, sembrava di vederlo. Lunghe strisce metalliche saettanti fra i muri di pietra centenaria, incitate da un cielo cristallino. Nessuno in giro. Allora di pranzo di un giorno di festa le piazze sono vuote e geometricamente definite come in un dipinto di De Chirico.
Luce violenta, bianchissima, e freddo orizzontale e inarrestabile.
Ad un certo punto, mentre si vagava in cerca di una fantomatica mostra di prodotti enogastronomici, non ce lho fatta più. Basta così. Ho raccolto le orecchie cadute sul selciato e mi sono rintanata in un vicolo buio e umdio, abbastanza stretto da riuscire ad opporsi allingresso delle lame di vento.

vicolo

E lì abbiamo trovato un ristoro, minuscolo e caldissimo, con un proprietario di quelli ancora abbastanza appassionati del loro mestiere da presentarsi personalmente ad accoglierti alla porta quando arrivi, come fosse casa sua e non un esercizio commerciale, e ovviamente a venirti a salutare quando te ne vai, suggerendoti quale bottiglia di vino acquistare…
E lì, mentre un gruppo di ragazzi del Nord Italia anche loro visibilmente lividi di freddo si abbarbicavano sui termosifoni, sono stata guarita nel corpo e nellanima da una delle migliori "acquacotta" mai mangiata in vita mia.
A volte basta una zuppa antica come il mondo e bollente a compiere un piccolo miracolo, e a far diventare meravigliosa una gita che sembrava rotolare verso una fuga anticipata.

panorama

PS: le fotografie, per una volta, sono mie. <!– –>

Annunci

4 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. chefmarco
    Dic 09, 2007 @ 20:51:00

    birba sono passato per grosseto….ma dove eri?faceva troppo freddo!!!!

    Rispondi

  2. catpoet
    Dic 11, 2007 @ 19:18:00

    A leggere il tuo post, mi è venuto talmente tanto freddo alle dita che non riesco quasi a scrivere questo commmneototo….Belle foto limpide (il freddo talvolta porta via il grigio).

    Rispondi

  3. ventonellanotte
    Dic 12, 2007 @ 14:50:00

    ciao isabella, belle le tue foto su Massa Marittima, e a pensare che è un borgo medioevale, chissà che freddo avevano a quei tempi.comunque io adoro il vento, si capisce?

    Rispondi

  4. Isa71
    Dic 12, 2007 @ 21:52:00

    @chefmarco: dov’ero? A massa Marittima, è evidente! :-)@catpoet: qua le mani che te le riscaldo io… 🙂 Si, è vero, il freddo porta via il grigio… e non solo quello. @ventonellanotte: benvenuta! Già, dovevano gelare, nonostante le mura spesse… @viareggina: ciao! Bellissima atmosfera, quasi surreale!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

sbcphoto.org

Blog di Lucegrafia e dintorni

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

haven for us

"You're an island of tranquillity in a sea of chaos."

michil costa

les Dolomites, nosta Tera nosta Vita.

zen habits

ho sognato un gatto parlante

Becoming Minimalist

Own less. Live more. Finding minimalism in a world of consumerism.

pensieri e parole

ho sognato un gatto parlante

Soffice Lavanda

ho sognato un gatto parlante

ClioMakeUp Blog / Tutto su Trucco, Bellezza e Makeup ;)

Ciao ragazze! Se vi piacciono i miei tutorial e le mie review/recensioni qui troverete tutto quello che volete sapere sul trucco ma non avete mai osato chiedere :)

Big Picture

ho sognato un gatto parlante

PSD : Photoshop Disasters 

ho sognato un gatto parlante

Mulholland Dave

ho sognato un gatto parlante

La Finestra Sul Cortile

ho sognato un gatto parlante

Il Disinformatico

ho sognato un gatto parlante

GUY FLETCHER

ho sognato un gatto parlante

deepsurfing

Pensare nel groviglio

Vanity Nerd

si nerdeggia di cose estremamente futili

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: