Padre.

padreOggi ho letto il post scritto da un mio amico, sul suo blog.
Lo conosco da moltissimi anni, questo ragazzo, da prima che internet esistesse.
Eravamo compagni di scuola alle medie, ai tempi in cui le partite si giocavano tutte la domenica pomeriggio e per telefonare quando si era fuori casa, si doveva andare alla cabina ed usare il gettone.
Ecco, giusto per dare unidea dellepoca storica.
Bene, il mio amico Marco Speedy ha scritto questo post, e siccome è qualcosa di davvero importante, e bello, serio e pieno damore, vi scrivo linizio, vi lascio il link e voi andate a leggervelo, fatevi questo favore.
Merita.
Parli di padri e figli, di dolore, speranza e sacrificio. E di misteri dellanima che nessuno di noi può capire fino in fondo, probabilmente, ma soltanto viverli, e, per quanto possibile, goderne il più possibile.
Un abbraccio ai padri.

"Un anno fa.
Un anno fa, cominciai a sentirmi con un amico di Brindisi,Renato, il quale mi chiedeva consigli sul Morbo di parkinson, da qui è nata una bella amicizia per il momento solo virtuale.
Purtroppo per suo padre le cose non sono andate bene, pochi giorni prima di Natale è passato a miglior vita.
In questi giorni mi è rivenuto in mente e di seguito posterò gli ultimi due messaggi di Renato, sperando che tutti proprio tutti possano amare e accudire il proprio padre come lui a fatto.

Sabato 16 dicembre 2006 Renato scrive :  (prosegue QUI sul blog di Marco Speedy)" <!– –>

Annunci

1 Commento (+aggiungi il tuo?)

  1. sevensisters
    Dic 14, 2007 @ 15:47:00

    Toccante. Quando morì un mio zio, al funerale piansi sempre (suscitando, tra l’altro, la meraviglia di chi mi conosce) per i sensi di colpa di averlo trascurato negli ultimi mesi.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Lucegrafia e dintorni

Blog di Sergio Bovi Campeggi

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

haven for us

Cazzate a go-go ~ "You're an island of tranquillity in a sea of chaos."

michil costa

les Dolomites, nosta Tera nosta Vita.

zen habits

ho sognato un gatto parlante

Becoming Minimalist

Own less. Live more. Finding minimalism in a world of consumerism.

pensieri e parole

ho sognato un gatto parlante

Soffice Lavanda

ho sognato un gatto parlante

ClioMakeUp Blog / Tutto su Trucco, Bellezza e Makeup ;)

Ciao ragazze! Se vi piacciono i miei tutorial e le mie review/recensioni qui troverete tutto quello che volete sapere sul trucco ma non avete mai osato chiedere :)

Big Picture

ho sognato un gatto parlante

PSD : Photoshop Disasters 

ho sognato un gatto parlante

Mulholland Dave

ho sognato un gatto parlante

La Finestra Sul Cortile

ho sognato un gatto parlante

Il Disinformatico

ho sognato un gatto parlante

GUY FLETCHER

ho sognato un gatto parlante

deepsurfing

Pensare nel groviglio

Vanity Nerd

si nerdeggia di cose estremamente futili

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: