A voi che nei vortici del mare furente…

locandina

E con grande piacere che segnalo una nuova "Storia dArchivio" che sarà raccontata da Riccardo Mazzoni, con la collaborazione di Rebecca Palagi, Samanta Barontini e Adriano Barghetti al Museo della Marineria di Viareggio sabato 12 gennaio alle ore 17.00.

"A voi che nei vortici del mare furente"
La tragedia di Golfo Aranci del 9 gennaio 1896
Una suggestiva rievocazione della più grave tragedia della marineria viareggina attraverso rare cronache tra narrazione, musica e canto Una “storia d’archivio” di Riccardo Mazzoni
Voci narranti di Riccardo Mazzoni e Rebecca Palagi
Intermezzi vocali di Samanta Barontini
Accompagnamento musicale di Adriano Barghetti
Sabato 12 gennaio 2007, ore 17
Museo della Marineria, Lungocanale Est

Per le nostre “Storie d’archivio” è arrivato il momento di confrontarsi con la più grave tragedia della marineria viareggina: il naufragio della tartana “Fenice”, del cutter “Ifigenia” e della bilancella “Ida” nella tremenda notte di tempesta del 9 gennaio 1896 che provocò la morte di 18 marinai concittadini.
Sulla base di rari e interessantissimi documenti d’epoca, tra i quali spiccano le cronache del giornale “La Burlamacca”, alcune firmate da Enrico Sisco (con una straordinaria intervista al capitano marittimo Francesco Vassalle, unico sopravvissuto della “Fenice”, che verrà letta integralmente insieme ad altra documentazione originale  da Rebecca Palagi), è stato possibile ricostruire minuziosamente le modalità e le atmosfere attraverso le quali il popolo di Viareggio conobbe e visse i tragici avvenimenti che per oltre un mese tennero col fiato sospeso e gettarono nella più cupa disperazione l’intera comunità.
Sarà anche un’occasione per raccontare brevemente alcuni aspetti della Viareggio a cavallo tra Ottocento e Novecento, soprattutto il mondo degli spettacoli e degli intrattenimenti, con la valenza che la musica e il canto assumevano sia nella cultura popolare che in quella aristocratica o borghese. Con una rarità: la gustosa e ironica canzone “Alba chiara” che Icilio Sadun scrisse sui versi di Enrico Pea nel 1917, interpretata insieme ad altri pezzi musicali (canti popolari e romanze d’epoca) dalla magica voce di Samanta Barontini accompagnata al piano da Adriano Barghetti.
<!– –>

Annunci

5 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Aenima1
    Gen 09, 2008 @ 14:47:00

    abito troppo lontano :-((( baci

    Rispondi

  2. mamikazen
    Gen 09, 2008 @ 15:42:00

    Bellissimo! Se non fosse lontano ti manderei mio babbo, che è un anconetano fanatico del mare e della marineria. E verrei anch’io, naturalmente!

    Rispondi

  3. riccardomazzoni
    Gen 09, 2008 @ 18:44:00

    Isa, grazie infinite!!! E ovviamente ti aspettiamo!!! Ric

    Rispondi

  4. Isa71
    Gen 10, 2008 @ 16:49:00

    @Aenima1: beh, dovrai aspettare che Ric e i suoi vengano chiamati fuori provincia… secondo me potrebbe accadere!@mamikazen: riferirò nei dettagli! Saluti al babbo!@riccardomazzoni: grazie a te che metti insieme questi eventi bellissimi! Ci vediamo sabato!@PV64: sono passata!! 🙂

    Rispondi

  5. riccardomazzoni
    Gen 14, 2008 @ 00:53:00

    Grazie della tua presenza, sempre graditissima, e felice che la nostra storia d’archivio ti abbia emozionata! Alla prossima (sei già invitata)! Ric

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Lucegrafia e dintorni

Blog di Sergio Bovi Campeggi

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

haven for us

Cazzate a go-go ~ "You're an island of tranquillity in a sea of chaos."

michil costa

les Dolomites, nosta Tera nosta Vita.

zen habits

ho sognato un gatto parlante

Becoming Minimalist

Own less. Live more. Finding minimalism in a world of consumerism.

pensieri e parole

ho sognato un gatto parlante

Soffice Lavanda

ho sognato un gatto parlante

ClioMakeUp Blog / Tutto su Trucco, Bellezza e Makeup ;)

Ciao ragazze! Se vi piacciono i miei tutorial e le mie review/recensioni qui troverete tutto quello che volete sapere sul trucco ma non avete mai osato chiedere :)

Big Picture

ho sognato un gatto parlante

PSD : Photoshop Disasters 

ho sognato un gatto parlante

Mulholland Dave

ho sognato un gatto parlante

La Finestra Sul Cortile

ho sognato un gatto parlante

Il Disinformatico

ho sognato un gatto parlante

GUY FLETCHER

ho sognato un gatto parlante

deepsurfing

Pensare nel groviglio

Vanity Nerd

si nerdeggia di cose estremamente futili

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: