Tutto sbagliato.

cascoAbbiamo compiuto 14 anni, e ci hanno dato il casco obbligatorio.
Ne abbiamo compiuti 18, e ci hanno imposto le cinture di sicurezza.
Abbiamo iniziato a far sesso, e si è diffuso lAIDS, cambiando per sempre tutto.
Siamo usciti dalla scuola, e cè stato il crollo verticale delloccupazione.
Siamo usciti dalle università, e cè stata imposta la flessibilità, insieme ai contratti atipici: Co.Co.Co, Co.Co.Pro, e così via.
Volevamo conoscere il mondo, ci hanno dato internet e ci hanno reclusi in casa.
Volevamo i nostri 15 minuti di celebrità Warholiana, e ci hanno dato il Grande Fratello.
E evidente che noi intorno ai 35 anni, non ci godiamo e (temo) non ci godremo mai un bel niente.
Ascoltiamo, pessimisti, i Baustelle…

E’ difficile resistere al Mercato, amore mio. Di conseguenza andiamo in cerca di rivoluzioni e vena artistica. Per questo le avanguardie erano ok, almeno fino al ’66. Ma ormai la fine va da sé. E’ inevitabile.
Anna pensa di soccombere al Mercato. Non lo sa perché si è laureata. Anni fa credeva nella lotta, adesso sta paralizzata in strada. Finge di essere morta. Scrive con lo spray sui muri che la catastrofe è inevitabile.
Vede la Fine. In metropolitana. Nella puttana che le si siede a fianco. Nel tizio stanco. Nella sua borsa di Dior.  Legge la Fine. Nei sacchi dei cinesi. Nei giorni spesi al centro commerciale. Nel sesso orale. Nel suo non eccitarla più. Vede la Fine in me che vendo dischi in questo modo orrendo. Vede i titoli di coda nella Casa e nella Libertà. E’ difficile resistere al Mercato, Anna lo sa. Un tempo aveva un sogno stupido: un nucleo armato terroristico. Adesso è un corpo fragile che sa d’essere morto e sogna l’Africa. Strafatta, compone poesie sulla Catastrofe.Vede la Fine. In metropolitana. Nella puttana che le si siede a fianco. Nel tizio stanco. Nella sua borsa di Dior. Muore il Mercato. Per autoconsunzione. Non è peccato. E non è Marx & Engels. E’ l’estinzione. E’ un ragazzino in agonia. Vede la Fine in me che spendo soldi e tempo in un Nintendo dentro il bar della stazione e da anni non la chiamo più.
(Baustelle, "Il liberismo ha i giorni contati", Amen – 2008) <!– –>

Annunci

11 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. idiotaignorante
    Mar 31, 2008 @ 18:48:00

    Sono un poìno piu’ giovincello, ma son passato attraverso le stesse cose – tranne il casco, perche’ non ho mai avuto il motorino. Pero’ i Baustelle mi fanno cagare giraffe, quindi metto su i Terrorizer!

    Rispondi

  2. xthepunisher
    Apr 01, 2008 @ 09:54:00

    Mmhhh… bello sto disco. Ce l’ho anch’io!!:-)))

    Rispondi

  3. dirkgently1
    Apr 01, 2008 @ 11:35:00

    Ciao… se vuoi aggiornare il link il mio blog non si chiama più Appunti Corsari ma Pinguini Obesi (http://pinguiniobesi.splinder.com/).:-)

    Rispondi

  4. macca
    Apr 01, 2008 @ 13:33:00

    Grande disco.Ottima scelta.:-)Daniele

    Rispondi

  5. rearwindow06
    Apr 02, 2008 @ 15:21:00

    I Baustelle sono sicuramente il gruppo italiano più interessante ed intelligente… quanto alla sfiga dei 35enni… beh, non è che noi 40enni si stia molto meglio, neh? :)))

    Rispondi

  6. contenebbia
    Apr 02, 2008 @ 18:54:00

    Da quando è uscito questo album, il mio lettore cd non vuol ascoltare altro…

    Rispondi

  7. stefanovecoli
    Apr 02, 2008 @ 18:56:00

    …ciao …un saluto…:-)…

    Rispondi

  8. littleblackbook
    Apr 03, 2008 @ 00:07:00

    bellissimo brano. vado a vederli venerdì, sono curiosa.

    Rispondi

  9. PV64
    Apr 04, 2008 @ 03:52:00

    Aggiorna il blog, pigrooona!!:-DDD

    Rispondi

  10. serendipidity
    Apr 05, 2008 @ 03:31:00

    qui si che ci sono le dritte giuste grazie dj!:)

    Rispondi

  11. dunkelmadison
    Apr 19, 2008 @ 14:23:00

    i baustelle sono qualcosa che era da lungo tempo atteso. speriamo sappiano resistere al mercato, almeno loro.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Lucegrafia e dintorni

Blog di Sergio Bovi Campeggi

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

haven for us

Cazzate a go-go ~ "You're an island of tranquillity in a sea of chaos."

michil costa

les Dolomites, nosta Tera nosta Vita.

zen habits

ho sognato un gatto parlante

Becoming Minimalist

Own less. Live more. Finding minimalism in a world of consumerism.

pensieri e parole

ho sognato un gatto parlante

Soffice Lavanda

ho sognato un gatto parlante

ClioMakeUp Blog / Tutto su Trucco, Bellezza e Makeup ;)

Ciao ragazze! Se vi piacciono i miei tutorial e le mie review/recensioni qui troverete tutto quello che volete sapere sul trucco ma non avete mai osato chiedere :)

Big Picture

ho sognato un gatto parlante

PSD : Photoshop Disasters 

ho sognato un gatto parlante

Mulholland Dave

ho sognato un gatto parlante

La Finestra Sul Cortile

ho sognato un gatto parlante

Il Disinformatico

ho sognato un gatto parlante

GUY FLETCHER

ho sognato un gatto parlante

deepsurfing

Pensare nel groviglio

Vanity Nerd

si nerdeggia di cose estremamente futili

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: