Survivors.

 

Che alla fine negli anni ‘80 c’erano anche alcune belle canzoni. Con una loro eleganza, come questa.

E anche se non vi piace e la trovate superficiale, è lo stesso. Perchè per me, invece, è legata a un sacco di ricordi.

Ciao Mike Francis.

<!– –>

Annunci

4 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. RW2punto0
    Gen 30, 2009 @ 19:15:00

    L’ho scoperto un’ora fa e sono rimasto malissimo. Lo ricordo bene, così come rammento la canzone.Al di là di tutto, morire a 47 anni di tumore è qualcosa che faccio molta fatica ad accettare.

    Rispondi

  2. LaportAccanto
    Feb 01, 2009 @ 02:33:00

    No, non si accetta, a nessuna età. Però il non accettare non ci impedisce di legarci ai ricordi rivivendoli con il sorriso anche, per quel che ci è arrivato e che abbiam provato allora… che altrimenti non vorremmo accettare tante cose, dalla malattia, all’insensatezza, alla menzogna… cose che ci presentano una vita che vita non è

    Rispondi

  3. vecchiosnaporaz
    Feb 01, 2009 @ 08:23:00

    Solo in occasione della sua morte, ho scoperto come non fosse una meteora, ma si trovasse ancora sulle scene con i suoi Mystic Diversions, un gruppo “buddahbariano” (o “nickthenightflyiano”) del quale ho sentito qualche pezzo e non ho trovato affatto male. Peccato…

    Rispondi

  4. PV64
    Feb 04, 2009 @ 05:36:00

    Beh… questo non mi faceva proprio impazzire, eh??Ciaooo:-DD

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

sbcphoto.org

Blog di Lucegrafia e dintorni

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

haven for us

"You're an island of tranquillity in a sea of chaos."

michil costa

les Dolomites, nosta Tera nosta Vita.

zen habits

ho sognato un gatto parlante

Becoming Minimalist

Own less. Live more. Finding minimalism in a world of consumerism.

pensieri e parole

ho sognato un gatto parlante

Soffice Lavanda

ho sognato un gatto parlante

ClioMakeUp Blog / Tutto su Trucco, Bellezza e Makeup ;)

Ciao ragazze! Se vi piacciono i miei tutorial e le mie review/recensioni qui troverete tutto quello che volete sapere sul trucco ma non avete mai osato chiedere :)

Big Picture

ho sognato un gatto parlante

PSD : Photoshop Disasters 

ho sognato un gatto parlante

Mulholland Dave

ho sognato un gatto parlante

La Finestra Sul Cortile

ho sognato un gatto parlante

Il Disinformatico

ho sognato un gatto parlante

GUY FLETCHER

ho sognato un gatto parlante

deepsurfing

Pensare nel groviglio

Vanity Nerd

si nerdeggia di cose estremamente futili

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: