Il gattino sul muretto.

gattoEcco, da un po’ di tempo a questa parte, le persone psicologicamente disadattate incontrano il mio favore. O meglio, mi trovo bene con loro. Ci capiamo. Il che, probabilmente, fa di me un ulteriore disadattata, ma non è questo il punto.

Oggi ascoltavo un anziano con una memoria a breve termine pressochè inesistente. Il mio cane gli ha appoggiato il muso sulla gamba, e lui gli ha detto (al cane): “Ho un gattino, lo sai? Quando arrivo a casa con l’Ape mi aspetta sul muricciolo. Non è mica vero che i gatti sono cattivi, no no. Io ho un gattino che mi aspetta. Sono le persone cattive, non i gattini.” Ce lo ha detto (a me e al mio cane) sei volte in mezz’ora. Alternando il tutto ai racconti sulle sue passeggiate anticaldo e sul bar dove gioca a carte. “Ma non a soldi, no. Quello non va bene.” La ripetizione a un certo punto è diventata una specie di mantra. Avere un gattino che ti aspetta sul muricciolo di casa mi è parso una necessità fondamentale per l’esistenza. Cibo, acqua, riparo, gattino sul muricciolo. Ergo, il resto delle necessità di sono d’improvviso rimpicciolite. Bello, vero?

Qualche giorno fa ho fatto amicizia con un bambino con problemi neuropsichiatrici. Era adorabile, voleva aiutarmi col mio lavoro ed osservava curioso e attento ogni mia mossa. Gli altri bimbi, quelli “normodotati” (che parole di merda…) sono troppo impegnati con il Nintendo o altre cagate del genere per essere curiosi di qualunque cosa.  Non alzano gli occhi dal piccolo schermo colorato, quindi non hanno curiosità per nulla. Il bimbo problematico il Nintendo non ce l’ha, non so se sia perchè i suoi genitori spendono tutto in visite e fisioterapie, o se sono di quei genitori vecchio stampo che con i figli disabili mantengono un profilo basso perchè “tanto è inutile…” (non credo sia questo secondo caso. Altra osservazione: molti genitori di bimbi disabili hanno un’aria molto più felice di quelli che vedo in giro con i bimbi “normodotati”, sorridono tenendosi per mano come nelle pubblicità del Mulino Bianco) e quindi cresce vispo e curioso. Sano, in pratica. Bello, vero?

Ecco, se tutto questo è bello, chi me lo fa fare di raddrizzare le mie storture mentali? L’unica cosa che voglio adesso è un gattino che mi aspetta sul muricciolo di casa. Insieme al mio cane. Si.

Ho un gattino, lo sai? Quando arrivo a casa con l’Ape mi aspetta sul muricciolo. Non è mica vero che i gatti sono cattivi, no no. Io ho un gattino che mi aspetta. Sono le persone cattive, non i gattini…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Lucegrafia e dintorni

Blog di Sergio Bovi Campeggi

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

haven for us

Cazzate a go-go ~ "You're an island of tranquillity in a sea of chaos."

michil costa

les Dolomites, nosta Tera nosta Vita.

zen habits

ho sognato un gatto parlante

Becoming Minimalist

Own less. Live more. Finding minimalism in a world of consumerism.

pensieri e parole

ho sognato un gatto parlante

Soffice Lavanda

ho sognato un gatto parlante

ClioMakeUp Blog / Tutto su Trucco, Bellezza e Makeup ;)

Ciao ragazze! Se vi piacciono i miei tutorial e le mie review/recensioni qui troverete tutto quello che volete sapere sul trucco ma non avete mai osato chiedere :)

Big Picture

ho sognato un gatto parlante

PSD : Photoshop Disasters 

ho sognato un gatto parlante

Mulholland Dave

ho sognato un gatto parlante

La Finestra Sul Cortile

ho sognato un gatto parlante

Il Disinformatico

ho sognato un gatto parlante

GUY FLETCHER

ho sognato un gatto parlante

deepsurfing

Pensare nel groviglio

Vanity Nerd

si nerdeggia di cose estremamente futili

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: